Spesso misuriamo il valore del denaro da quanto lontano si va al supermercato, al centro commerciale, al negozio on-line, e altri punti vendita.

Un altro barometro serve come base per un mercato multi-trillionario – di dollari: la quantità di valuta estera che possiamo acquistare.

 

PASSO-PASSO: DA DOLLARI A YEN

  1. Assumiamo che il dollaro è scambiato al valore di 80 yen.

     2. Lo yen è l’inverso, in modo da dividere 80 per 100.

     3. 1 yen è pari a 80/100 di un dollaro, o  0,8 cent.

Il denaro viene a coppie (cross valutari) nei mercati dei cambi.

Coppie che includono il dollaro tendono ad essere guardate più strettamente.

Il dollaro è una moneta di riserva, detenuto dalle banche centrali e utilizzato a livello internazionale per fissare il prezzo di beni e servizi.

Poiché gli Stati Uniti sono la più grande economia del mondo, ci sono un sacco di dollari che attraversano le frontiere ogni giorno.

Ogni coppia ha due valori, sulla base di acquisto o vendita di una unità della valuta.

C’è un valore, per esempio, che mostra i turisti giapponesi in viaggio verso gli Stati Uniti quanti dollari possono comprare con il loro yen.

Un altro esiste per l’uomo d’affari americano che va a Tokyo, che ha la preoccupazione opposta.

I valori sono immagini speculari l’uno dell’altro, come mostrato nella figura seguente.

 

Valore del dollaro in yen e il valore di Yen in dollari

 

PASSO-PASSO: DA STERLINE INGLESI A DOLLARI USA

  1. Assumiamo che la sterlina è scambiata al valore di $ 1.60.

     2. Il dollaro è l’inverso, in modo da dividere 100 da 1.60.

     3. Un dollaro è pari a 100/1.60, o 62.5 pence.

 

Solo uno dei valori in qualsiasi coppia di valute è davanti e al centro sugli schermi dei computer dei commercianti.

Di solito, è la quantità di un’altra valuta che possono acquistare per un dollaro. Questo è il caso con lo yen.

Ci sono delle eccezioni di rilievo. L’euro, moneta comune europea, è tra questi.

I commercianti si concentrano sul numero di dollari e centesimi necessari per comprare un euro e non il contrario.

Altri includono le valute del Commonwealth britannico, in particolare la sterlina inglese e il dollaro australiano e neozelandese.

Coppie di valute che escludono il dollaro ottengono una certa attenzione.

 

I loro tassi di cambio sono chiamati tassi incrociati perché riflettono il valore di ciascuna valuta nei confronti del dollaro.

Ciò presuppone che qualcuno andrà attraverso il dollaro – acquistando  dollari con una valuta e vendendo quei dollari per l’altra valuta

– per completare lo scambio.

 

Se il dollaro scambia a 80 yen e la sterlina è a $1.60, il tasso di cambio sterlina-yen è 80 volte 1.60, o 128 yen per 1 sterlina.

Indipendentemente dalla coppia, i movimenti di valuta possono influenzare le economie e i mercati finanziari.

Una moneta in declino rende i beni di un paese e servizi meno costosi nei mercati internazionali, e viceversa.

Ciò può incoraggiare più persone a visitare, come quei turisti giapponesi, e a investire in titoli di Stato, aziende e beni duri.

L’oscillazione dei cambi può essere un doppio vantaggio o un doppio smacco per i ritorni di investimento.

Se un’azione o un’obbligazione sale, un rafforzamento della valuta in cui è denominata migliorerà il guadagno.

Se il prezzo scende, una valuta più debole amplificherà la perdita.

Trilioni di dollari cambiano di mano ogni giorno nei mercati valutari globali.

L’ultimo dato disponibile è di 4 trilioni di $, tratto da un sondaggio dell’aprile 2010 condotto dalla Banca dei regolamenti internazionali (BRI).

La BRI, che assiste le banche centrali e le autorità monetarie in tutto il mondo, stima ogni 3 anni la negoziazione di valute e relativi contratti.

Praticamente tutto questo acquisto e vendita si svolge al banco, o lontano dalle Borse.

Le banche, broker e altre società finanziarie si collegano attraverso reti elettroniche per svolgere il loro commercio.

Questo approccio significa che la quantità di informazioni disponibili riguardo il commercio dei cambi delle valute da un giorno

all’altro è relativamente scarsa, come vedremo tra breve.