La conferma è un aspetto importante dell’analisi tecnica, in particolare quando si analizzano le formazioni candlestick.

E’ l’osservazione dei segnali separati e indipendenti che verifica ciò che il pattern candlestick predice.

Ad esempio, una candlestick d’inversione può essere confermato da prove di resistenza o di supporto, modifiche nell’indicatore di slancio

(momentum) o analisi basate sulle medie mobili.

Due o più indicazioni candlestick possono verificarsi in prossimità, fornendo una conferma molto forte.

La conferma è il concetto di base dell’analisi tecnica.

I pattern candlestick e gli indicatori sono aggiunte preziose per altri segnali tecnici, sia come indicazioni di conferma o come indicatori principali che

possono essere confermati separatamente.

Un test di resistenza o di supporto, per esempio, potrebbe essere fatto prima da un segnale tecnico familiare (come testa e spalle o doppio

massimo/minimo) e poi confermato da un forte segnale candlestick d’inversione.

O una candela d’inversione può apparire a prima vista e poi essere confermata da test falliti di resistenza o supporto.

Ci sono molte possibili combinazioni di conferma-incrociata tra i segnali orientali (candlestick) e occidentali.

 

Punto chiave:

La conferma è il tema centrale e la base di tutte le analisi tecniche. Usata correttamente, è in grado di migliorare notevolmente la

tempistica d’ingresso e di uscita.

I commercianti (traders) si affidano alla conferma per migliorare la loro tempistica di entrata e di uscita.

Il concetto è necessario perché nessun indicatore è sempre affidabile.

Anche i segnali confermati possono fallire; Tuttavia, con l’uso della conferma, la temporizzazione nei trade (commerci) di successo migliora e segnali

falliti sono più facilmente individuati quando indicatori secondari contraddicono piuttosto che confermare ciò che il segnale iniziale indica.

Indicatori di conferma sono tali indicazioni che si verificano subito dopo un indicazione iniziale, o nello stesso tempo, quando entrambi puntano alla

stessa azione di prezzo prevista da seguire.

Un indicatore di conferma può essere basato su analisi tecnica occidentale o sui segnali orientali (candlestick), o entrambi.

Un indicatore di conferma può anche consistere in un secondo segno dello stesso tipo.

Ad esempio, una candela d’inversione iniziale può essere seguita da un’altrettanta forte ma diversa candela, rivelando lo stesso potenziale.

Quando si verifica ciò, l’affidabilità del doppio segnale è eccezionalmente forte.

Lo scopo iniziale della conferma è quello di migliorare la temporizzazione per i trade (scambi).

Un altro valore si trova nel modo in cui un indicatore di conferma identifica e conferma una tendenza più ampia.

Una tendenza dei prezzi può durare solo poche sedute, o estendere per settimane o addirittura mesi.

Le conferme che si basano su medie mobili, tendenze di volume e forza relativa sono utili per identificare le probabilità che una tendenza continui o

finisca.

A questo proposito, la conferma non riguarda solo il punto di svolta del prezzo, ma è anche in grado di anticipare un indebolimento complessivo della

quantità di moto (momentum), o lo sviluppo di una fase di consolidamento dopo che un trend forte o veloce, ha fatto il suo corso.

 

Punto chiave:

La conferma non richiede due diversi tipi di indicatori.

Può coinvolgere anche due candlestick (candele), entrambi indicano la stessa continuazione o inversione nel prezzo.

La conferma è preziosa anche quando viene utilizzata per la temporizzazione (timing) in ingresso e uscita all’interno del contesto di livelli di resistenza

e di supporto esistenti.

I commercianti (traders) riconoscono la tendenza del prezzo a rimanere all’interno del trading range fino a quando il segnale cambia le condizioni

attuali.

Nella tradizionale analisi tecnica, un tentativo fallito di uscire dal trading range rischia di portare ad un andamento dei prezzi nella direzione opposta.

Quando ciò si verifica e la conferma separata si trova in formazioni candlestick, l’inversione ha una probabilità migliore rispetto alla media, di

avvenire.

 

Punto Chiave:

una linea di tendenza è una varietà dinamica di resistenze fallite (in un trend al ribasso) o di supporto aumentato (in una

tendenza rialzista).

Si tratta semplicemente di una linea tracciata per segnare il movimento del prezzo, che inverte una volta che la linea di tendenza

si imbatte in un trend direzionale, nella gamma di prezzo totale (trading range).

Se il prezzo non sfonda la resistenza o il supporto, i commercianti si trovano di fronte ad un punto di decisione immediata.

La tendenza continuerà a salire e stabilire una nuova gamma (range) di commercio?

O la rottura (breakout) fallirà, invertirà ed eventuali lacune (gap) si riempiono, e i livelli del prezzo tornano ai livelli impostati in precedenza?

L’incertezza del risultato di un breakout (rottura) può essere chiarita con la conferma, in particolare attraverso le formazioni candlestick che

accompagnano o seguono il breakout (rottura) stesso.

Aumentando la duplice analisi delle rotture e dei pattern candlestick, un’ulteriore conferma può anche essere trovata in oscillatori di momentum e

studi di indicatori basati sulle variazioni di volume, convergenza e divergenza della media mobile, e altri segnali tecnici.

I cambiamenti a breve termine nella direzione del prezzo e forza possono ulteriormente essere confermati e monitorati con l’utilizzo di linee di

tendenza e altri strumenti visivi.

Seguire una linea di tendenza consente di identificare quando una tendenza a breve termine è probabile che invertirà, e se confermato con segnali di

inversione candlestick, è un metodo affidabile per il monitoraggio e la conferma del prezzo e la quantità di moto (momentum).

Un trend rialzista è contrassegnato da una linea di tendenza disegnata sotto i livelli da un punto basso (minimo), e continua fino a quando non si

imbatte in un prezzo che ha raggiunto un picco e invertito.

Una tendenza al ribasso è contrassegnato da una linea di tendenza disegnata al di sopra dei livelli di prezzo a partire da un punto alto (massimo) e

continuando verso il basso fino a quando il prezzo raggiunge il suo minimo e poi gira.

La conferma si presenta in molte forme e si applica alle tendenze a breve termine o intermedie, a trading range che si evolvono, e impulso

(momentum).

Altrettanto importante, come la conferma di un cambiamento indicato per fare ingresso e uscita al momento giusto, è la teoria opposta della

contraddizione.

Quando due indicatori normalmente affidabili non sono d’accordo, il significato è incerto.

In questo caso, i commercianti (traders) devono scegliere uno dei diversi corsi d’azione.

1.Cercare la conferma da una nuova serie di indicatori.

2. Non prendere alcuna azione fino a quando l’indicazione è chiarita.

3. Selezionare un indicatore come più affidabile e agire in base a ciò esso mostra.

4. Estendere l’analisi per più tempo, le sessioni di durata diversa, o utilizzando più indicatori.