Doppio fondo (doppio minimo)

Un modello familiare visto in analisi tecnica, in cui il supporto viene testato due volte, seguito da una tendenza in movimento

nella direzione opposta e che spesso si muove attraverso la resistenza per creare una nuova gamma di commercio (trading range).

Il modello può essere confermato da tipologie di candele o da una combinazione di indicatori indipendenti.

Spesso si verifica inoltre, che il livello di resistenza precedente segna l’inizio di un livello di supporto nuovo costituito nel rialzo che segue.

Il grafico di United Technologies (UTZ) dimostra un doppio fondo e diversi segnali successivi (Figura seguente).

La seconda mossa verso il basso forma un martello (hammer), un segnale di inversione rialzista.

Questo è rapidamente seguito da una forte differenza di prezzo verso l’alto e una lunga sessione bianca che si muove rapidamente

attraverso la resistenza precedente. Questo imposta anche un livello di supporto in aumento.

 

PUNTO CHIAVE:

Doppi fondi possono essere singoli-giorni a spillo (spiked), formando una forma a “W”, o più arrotondata.

Questi possono anche essere distinti da ciò che Thomas Bulkowski ha definito formazioni Adamo o Eva,

nel suo libro Encyclopedia of Patterns charts.

 

 

Double Top (doppio massimo)

Un modello in analisi tecnica in cui la resistenza è testata due volte, ma non mantiene lo sfondamento.

E’ seguita da un forte movimento verso il basso e spesso dalla creazione di un livello di resistenza inferiore.

 

 PUNTO CHIAVE:

Come i doppi fondi, anche i doppi massimi (cime) possono formare modelli taglienti dei prezzi (come una “M”)

o come forme più arrotondate.

La conferma può essere trovata in pattern candlestick o separati modelli tecnici di prezzo.

Il grafico di Target (TGT) mostra un chiaro doppio massimo (Figura seguente).

L’inversione è anticipata da diverse sessioni Doji che precedono l’inversione stessa.

Ciò è ulteriormente confermato dal grande divario (gap) verso il basso, che viola il supporto e quindi forma un nuovo livello di resistenza.

 

 

 

Tendenza al ribasso

Qualsiasi movimento verso prezzi più bassi, che possono includere caratteristiche specifiche e la durata.

La definizione si basa su quale sistema è in gioco.

Come osservazione generale, una tendenza al ribasso è probabile che favorisca il prezzo in declino, ma può anche includere picchi

intermedi o offset (deviazioni) di livello dei prezzi, che possono essere sessioni di singoli o piccoli up-trends, all’interno del trend

ribassista di più lungo periodo, un modello chiamato ritracciamento.

Una tendenza al ribasso definita come parte di una strategia di swing trading richiede tre o più sessioni consecutive con prezzi massimi

più bassi e prezzi minimi più bassi rispetto al giorno precedente.

Una tendenza al ribasso a breve termine è normalmente caratterizzata da segnali di ingresso e di uscita compresi i giorni Doji

(giorni a stretta gamma), picchi di volume, o sessioni al rialzo che identificano l’inversione specifica del trend.

Secondo i principi della teoria di Dow, viene fatta una distinzione tra i movimenti di mercato e le tendenze.

Ci sono 3 movimenti: un trend primario o principale, che può durare diversi mesi o anni; un secondo periodo di reazione o

d’oscillazione che dura fino a 3 mesi e caratterizzato da un ritracciamento di una porzione del trend primario; e una breve oscillazione

o movimento minore, della durata di un mese o più.

Le tendenze del mercato sotto la teoria di Dow si verificano in 3 fasi.

In un mercato orso (ribassista), in cui la tendenza al ribasso domina, la prima fase è la distribuzione,

quindi la partecipazione pubblica, e, infine, il panico. La distribuzione coinvolge la negoziazione attiva, che, in un trend al ribasso,

significa vendita di azioni; ciò avviene contrariamente all’opinione popolare, che tende ad essere l’acquisto, mentre è in corso

la fase di distribuzione del trend al ribasso.

La partecipazione del pubblico inizia quando operatori tecnici riconoscono il cambiamento e aggiungono pressione di vendita.

La partecipazione pubblica si svolge una volta che la tendenza al ribasso è stata stabilita ed è ben avviata.

A questo punto, la tendenza al ribasso potrebbe stare perdendo slancio; tuttavia, i commercianti (traders) astuti hanno fatto le loro mosse

davanti al mercato e potrebbero essere alla ricerca della fine della tendenza al ribasso e della potenziale tempistica per l’inversione.

La terza fase è il panico, in cui la maggior parte dei commercianti ritengono che il trend al ribasso continuerà.

Quindi l’attività di vendita accelera, anche se la tendenza al ribasso volge al termine.

 

PUNTO CHIAVE:

Una tendenza al ribasso può comportare soltanto 3 sessioni sotto la definizione di trading di oscillazione (swing trading),

o può estendersi mesi o anche anni come una tendenza tecnica primaria.

Può anche essere un ritracciamento all’interno di un up-trend più grande.