Analisi tecnica

Una serie di analisi progettate per anticipare il movimento del prezzo, la velocità e la direzione sulla base di uno studio dei grafici,

la quantità di moto, il volume e i patterns di prezzo.

 

DEFINIZIONE:

Teoria del mercato efficiente

Una convinzione che i prezzi di tutti i titoli riflettono tutte le informazioni note al pubblico in un dato momento, il che significa che

i mercati riflettono prezzi equi in modo efficiente.

In confronto, l’analisi fondamentale si basa rigorosamente sullo studio delle relazioni finanziarie e le relative informazioni nella

convinzione che la capitalizzazione, il controllo del capitale circolante, e la redditività determinano i prezzi delle azioni.

I fondamentali guardano a ritroso nel tempo, nel senso che si basano su sommari pubblicati di risultati operativi recenti.

L’analisi tecnica è uno studio del prezzo attuale e le tendenze più recenti, tra cui le medie mobili per tracciare lo slancio,

combinando prezzo e l’analisi del volume, e movimenti di prezzo e modelli specifici, al fine di stimare il probabile passo successivo nel prezzo.

 

DEFINIZIONE: Ipotesi random walk

Una convinzione che tutti i movimenti di prezzo a breve termine sono completamente casuali e non saranno affetti da influenze esterne.

 

PUNTO CHIAVE:

Entrambi i concetti sul mercato efficiente e random walk sono interessanti.

Ma l’attività del mercato di vita-reale sfida queste idee.

Chiunque abbia visto come il prezzo si muove capisce che il mercato non è né efficiente né casuale.

Un fondamento dell’analisi tecnica è il concetto di resistenza e di supporto, la parte superiore e inferiore del trading range corrente.

Se il movimento del prezzo si avvicina a uno di questi bordi, ma non lo penetra, la direzione del prezzo è suscettibile a invertire

e muoversi nella direzione opposta.

Ciò si verifica perché il mancato movimento di prezzo al di là del trading range attuale è un sintomo di perdita di slancio tra gli acquirenti

(fallito breakout della resistenza) o venditori (fallito breakout del supporto), dopo di che l’altro lato dell’interazione offerta-e-domanda

prende il controllo.

Gli oppositori dell’analisi tecnica (che possono anche essere dubbiosi circa l’approccio fondamentale) possono detenere uno dei due

punti di vista basati accademici.

La teoria del mercato efficiente è la convinzione che i prezzi attuali di tutti i titoli riflettono tutte le informazioni note sulla società,

e che di conseguenza il prezzo è sempre efficiente e corretto.

Strettamente correlata è l’ipotesi random walk, la convinzione che tutti i movimenti di prezzo a breve termine sono casuali

e non saranno influenzati da notizie, informazioni, utili, e altri sviluppi di mercato.

Entrambi gli analisti tecnici e fondamentali rischiano di respingere entrambe queste teorie basate su osservazioni circa le notizie

e la reazione nel prezzo.

E’ vero che la reazione del prezzo spesso è irrazionale, ma le forze come lo slancio e le tendenze della media mobile non possono essere

escluse completamente.

Anche un osservatore di mercato pessimista riconoscerà che i principi tecnici veramente hanno un ruolo nell’influenzare il movimento del prezzo.

L’analisi tecnica è divisa in 2 scuole elementari di pensiero.

L’analisi tecnica occidentale si basa sull’analisi grafica così come l’analisi del prezzo e l’andamento del volume, basandosi su oscillatori

di slancio (momentum) e medie mobili per individuare un comportamento specifico del prezzo.

Ricordate che il trading range e l’interazione tra prezzo e gamma (resistenza e supporto) definisce molti modelli tecnici.

Questi includono il testa e la spalla, il doppio massimo o fondo, le linee di tendenza, e una varietà di triangoli e cunei.

Oltre al monitoraggio del prezzo, l’analisi tecnica occidentale si basa sull’analisi  della media mobile e degli oscillatori di momentum

per lo studio della dinamica dei prezzi così come il volume per identificare quando i titoli sono in ipercomprato o ipervenduto,

indicatori che agiscono come avvisi di inversione iniziali.

Tali indicatori includono l’indice di forza relativa (RSI), la media mobile di convergenza/divergenza (MACD), Chaikin Money Flow (CMF),

accumulo/distribuzione (AD), e il volume in-bilancio (OBV).

La modellazione risultante da questi strumenti può essere ampliata a un livello avanzato di studio del comportamento dei prezzi,

utilizzando indicatori come le Bande di Bollinger e l’oscillatore stocastico.

Anche se l’analisi tecnica si basa in misura sui principi delle tendenze all’interno della teoria di Dow, l’applicazione pratica dei suoi strumenti

sono di solito molto a breve termine, e progettati per migliorare i tempi di entrata e di uscita in commerci speculativi,

con poca intenzione di impiegare una strategia buy-and-hold più strettamente associata con l’analisi fondamentale.

La seconda scuola di pensiero è orientale, e coinvolge in primo luogo lo studio dei candlesticks.

Tra i molti modelli candlesticks ci sono una serie di formazioni di varia forza che possono prevedere la continuazione o l’inversione.

L’uso più efficace dei candlesticks è di cercare conferma da altri indicatori.

Quando i segnali orientali e occidentali sono utilizzati insieme come conferma-incrociata del movimento di prezzo anticipato nei segnali,

la tecnica di creazione dei grafici è notevolmente migliorata.

Alcuni critici ritengono che l’analisi tecnica è semplicemente un metodo per cercare di predire il futuro in un mondo casuale;

tuttavia, l’analisi della quantità di moto e medie mobili smentisce questa ipotesi.

Lo scopo di tutte le forme di analisi del grafico è migliorare i tempi di entrata e di uscita in base allo sviluppo delle tendenze di prezzo

e quantità di moto e di essere in grado di individuare un cambiamento radicale (come una forte azione di prezzo che si muove in gapping

attraverso la resistenza o il supporto, per esempio) o, altrettanto importante, un fallito tentativo di muovere il prezzo

(spesso visto a resistenza e supporto quando il breakout non riesce, ed i prezzi si ritirano insieme alla conferma di inversione

da indicatori candlestick).

L’analisi tecnica copre una vasta gamma di tecniche e di indicatori, e i grafici candlesticks sono diventati uno standard per l’analisi.

Anche graficisti che si concentrano su pattern di prezzo occidentali e sull’andamento dei volumi tendono a fare affidamento ai grafici

candlesticks per la migliore sintesi visiva dell’andamento del prezzo.

Una distinzione deve essere fatta tra la creazione dei grafici di prezzo e l’uso di indicatori a candela.

Il grafico in sé è utile in entrambi gli approcci occidentali e orientali.

Indicatori candlestick specifici di continuazione e inversione sono strumenti preziosi di conferma o segnali importanti, e sono più efficaci

all’interno di un programma di analisi che utilizza sia tecniche occidentali che orientali.