L’astrologia finanziaria è spesso classificata con l’analisi tecnica. Ciò è del tutto ingiustificato, naturalmente: è l’uso dei dati

del mercatopassato – non cosmico – che definiscono l’analisi tecnica.

Tuttavia, nessuna storia tecnica sarebbe completa senza un sondaggio di questo fenomeno perenne. La tentazione di invocare

l’aiutomistico per predire il futuro è forte e profondamente radicato nella psiche umana.

Partendo dalla convinzione che le orbite dei pianeti, il sole e la luna hanno un effetto sulle menti e le azioni delle persone, e

quindi sul mercato azionario, gli astrologi finanziari usano l’oroscopo natale di mercati e aziende, così come la posizione dei

pianeti nel cielo in un dato momento, e usarli per graficizzare astrologicamente e prevedere i cicli e i prezzi dei titoli (scorte) e

delle materie prime (commodities).

L’oroscopo natale di un’azienda (o tema natale), è una mappa del paradiso che corrisponde alla sua data di nascita – vale a

dire,  il momento, il luogo e la data della sua incorporazione.

Proprio come un oroscopo personale, descrive il carattere, talento e capacità (abilità), l’oroscopo di un’azienda è una misura

del suo potenziale mercato.

La posizione dei pianeti nel cielo in un dato momento, noto anche come i transiti, sono i principali indicatori del probabile

corso degli eventi.

Più precisamente, “sono i pianeti che cambiano costantemente relazione con il grafico dell’oroscopo natale, che è alla base di

quasi tutte le previsioni astrologiche.”

Astrologi finanziari potrebbe però anche consultare i propri oroscopi, quelli dei loro clienti e consulenti, l’oroscopo di  primo

commercio di una società, e gli oroscopi dei vari paesi, mercati azionari e banche centrali.

Gli astrologi finanziari, in generale, credono che il loro mestiere dovrebbe essere utilizzato in congiunzione  con tecniche

convenzionali, piuttosto che in modo isolato.

Infatti, “molti pochi astrologi finanziari usano solo strumenti astrologici per prevedere i mercati, e molto probabilmente

questi sono i principianti”, suggerisce Weingarten.

L’astrologia è solo uno dei tre “schermi” o “livelli” necessari per una stategia di successo, gli altri due sono analisi

fondamentale e analisi tecnica.

Sulla stessa linea, Hyerczyk  spiega che la “conoscenza dell’astrologia è necessaria interpretare e convertire i gradi di pianeti,

ma la conoscenza delle tecniche di analisi tecnica è ancora necessaria per costruire grafici, interpretare fondi di mercato e

cime, trovare supporto e resistenza, e per piazzare ordini-stop.”

Una leggenda dei primi del 20º secolo è stato l’astrologo finanziario William D. Gann  (citato in precedenza), il cui tasso di

successo sugli scambi (TRADE) tra l’ 80% e il 90%, gli valse il soprannome di “trader padrone”.

Combinando astrologia e dati di mercato, ha previsto diversi mesi in anticipo che nel settembre 1909 il grano avrebbe

venduto a 1,20 $ entro la fine del mese, che è infatti ciò che è successo nell’ultima giornata di trading di settembre, nell’ultima

ora di contrattazione.

Gann ha scritto 8 libri ,i più conosciuti dei quali sono Wall Street Selector  (1930),  45 years in Wall Street (1949), e The

Truth of the Stock Tape (1923).

Come Marisch sottolinea, “i metodi di trading di Gann sono basati sulle sue convinzioni personali di un ordine naturale

esistente per ogni cosa nell’universo”.

O, nelle parole di Gann stesso: “tutto ciò che esiste è basato su proporzione esatta e rapporto perfetto. Non c’è  possibilità in

natura, perché principi matematici di ordine più alto si trovano alla base di tutte le cose.”

Per quanto riguarda l’antica pseudoscienza esoterica per la direzione, divenne allievo di numerologia, cicli astronomici,

interpretazione astrologiche, cicli di tempo, simbologia biblica e geometria sacra.

Inoltre, Gann aveva cercato i primi scritti egiziani e perfino viaggiato anche in India per ottenere l’accesso all’antica

letteratura pre – Hindu.

Inoltre, le sue credenze religiose fortemente influenzarono il suo trading. Per esempio, nel suo libro intitolato Tunnel Thru

the Air, Gann consigliò i suoi lettori a “ leggere la Bibbia per conoscere cicli e il modo nel quale il Creatore rivela le leggi

universali della natura”.

Per spiegare la sua filosofia generale del mercato, avrebbe espresso spesso citazioni ecclesiastiche dalla Bibbia 1:9 -10:

“ciò che è stato, ciò sarà; ciò che è stato fatto, sarà fatto.

Niente è nuovo sotto il sole. Anche le cose che si dicono, “Vedi, questa è una novità! Ma già è esistita nelle epoche che ci

hanno preceduto”.

Gann ha ricercato il ciclo del giorno 3 ⅟₂, settimana 3 ⅟₂,  , mese 3 ⅟₂ , e il ciclo annuale dei dati di mercato.

Come spiega Hyerczyk, il numero 3⅟₂,  ha affascinato Gann  perchè  si verifica più volte nella Bibbia” per esempio, nel libro

dell’apocalisse, dove la donna è stata inviata nel deserto per tre anni e mezzo; durante la visione di Daniele di 42 mesi (3 anni

e mezzo); quando il bambino Cristo era nascosto in Egitto per tre anni e mezzo; e durante il ministero pubblico di Cristo, che

è durato del  3 ⅟₂ anni”.

Il sapore delle Teorie di Gann è catturato dalla sua legge della vibrazione, che ha detto che gli ha permesso “di determinare

con precisione il punto esatto in cui titoli e materie prime devono alzarsi (aumentare) ed abbassarsi (diminuire) entro un

dato tempo”, e per determinare la causa e predire il lungo effetto prima che la Strada è consapevole di entrambi”.

Gann ha usato la Fisica come motivazione  per la sua legge: scorte o titoli erano analoghi a “elettroni, atomi e molecole, che

tengono costantemente alla propria individualità in risposta alla legge fondamentale della vibrazione.”

La scienza insegna “che un impulso  originale di qualsiasi tipo in finale si risolve in movimento periodico o ritmico”, ha

scritto Gann, e che “proprio come il pendolo torna di nuovo nella sua oscillazione, proprio come la luna ritorna nella sua

orbita, proprio come l’avanzamento dell’anno porta sempre la rosa a primavera, in modo di fare che le proprietà degli

elementi ricorrono periodicamente come il peso degli atomi aumenta”.

Fisica non era solo un modo di pensare riguardo i titoli; nel pensiero di Gann, lo sforzo speculativo stesso è  stato reso

scientifico sotto la sua legge:

Attraverso la “Legge della Vibrazione”, ogni titolo nel mercato si muove nella propria sfera di attività, come intensità, volume

e direzione; tutte le qualità essenziali della sua evoluzione sono caratterizzate nella propria frequenza di vibrazione.

Azioni, come gli atomi, sono veramente centri di energie, quindi sono controllati matematicamente.

Le azioni generano proprio il loro campo di azione e potere;  il potere di attrarre e respingere, in linea di principio spiega

perché alcuni titoli a volte guidano il mercato, mentre “girano morti” altre volte. Così per speculare scientificamente è

assolutamente necessario seguire la legge naturale.

Gann è stato uno dei primi a convertire segnali astrologici  in prezzo, e a inserirli in un sistema di negoziazione (trading

system).

Come ha descritto nel suo articolo “Soy Beans: Price Resistance  Levels” (Fagioli di soia: livelli di resistenza), che apparve

nelle prime versioni del corso W. D. Gann sulle  commodities:

… 67 (centesimi), aggiungi 90 fa 157:  o 7°Vergine.

Aggiungi 135 fà 202: o 22° Bilancia.

Aggiungi 120 fà 187: o 7°Leone.

Aggiungi 180 fa 247: o 7°Sagittario.

aggiungi 225 fà 292: o 22° Capricorno.

Aggiungi 240 fà 307: o 7° Aquarius.

Aggiungi 270 fà 337: o 7°Pesci.

Aggiungi  315 fà 382: o 22° Ariete.

Aggiungi 360 fà 427: o 7° Gemelli.

Aggiungere 371 e ¼ fa 438¼ .

Il massimo dei fagioli (Beans) a maggio fu  436¾.  Dopo quel massimo, il prossimo estremo basso fu 201½ .

Si noti che 67 + 125 = 202, e che la metà di 405 è 202½, e 180 + 22½ = 202½, che sono le ragioni matematiche per cui i

fagioli di soia a maggio fecero fondo a 202½.

Tutti i  livelli di prezzo sopra, possono essere misurati nel periodo di tempo di giorni, settimane e mesi, e quando i periodi di

tempo escono a questi  prezzi, è importante per un cambiamento di tendenza, soprattutto se è confermato dagli angoli

geometrici di massimi e minimi.

Purtroppo, invece di  divulgare le sue idee in modo sistematico, Gann ha preferito fare affermazioni come:

“è impossibile qui dare un’idea adeguata della Legge di Vibrazione così come io la applico ai mercati”.

Secondo Plummer, “sembra che ci fosse un corpo centrale della teoria sottostante alle analisi di  Gann, che non era in grado,

o non voleva, rivelare.

“ Se Gann ha scelto di essere così oscuro perché egli “ semplicemente non sapeva perché le sue tecniche funzionavano” o

perché “ha considerato che le teorie sottostanti erano troppo esoteriche per il consumo generale”, è una questione aperta.

Tuttavia una cosa certa, è che a Gann stesso non mancava la fiducia. Questo è stato chiaramente riflesso nei suoi scritti; per

esempio, ha scritto:

“dopo anni di paziente studio ho dimostrato a tutta la mia soddisfazione, così come ho  dimostrato da altri che le vibrazioni

spiegano ogni possibile fase e condizione del mercato”.

L’astrologia rimane parte dei sistemi di negoziazione non convenzionali in questi giorni.

Tecnici di mercato di rilievo che apertamente usano l’astrologia nel loro lavoro includono Arch Crawford e Bill Meridian.

Il settimanale finanziario Barron’s  ha nominato Arch Crawford  “l’astrologo più conosciuto a Wall Street ”.

Inoltre come sottolinea Colby, “la combinazione di Crawford dei cicli astronomici e analisi tecnica per effettuare chiamate di

mercato, gli ha fatto guadagnare un rating superiore al timing di mercato nelle indagini di Hubert e Timer Digest”.

Egli è noto per aver predetto il crollo del 1987, i mercati ribassisti del luglio 1990 e del marzo 2000, così come molti

cambiamenti nei trend minori.

Forse la più notevole delle scoperte di Meridian è nel suo studio del 1994 degli effetti del ciclo lunare sul Dow Jones

Industrial Average, che, secondo Colby, è stata confermata da un’analisi all’Università del Michigan nel 2001.

Un progettista di software di analisi, Meridian ha sviluppato un programma per calcolare le correlazioni tra i dati di serie

temporali e i cicli planetari.

I fautori di astrologia finanziaria sostengono che non dovrebbe essere ignorato, se non altro che per la sua rilevanza.

Scrivendo nel 1996 Weingarten ha osservato che “oggi più di 14 miliardi di dollari negli Stati Uniti e in Europa seguono le

stelle” e ha avvertito i suoi lettori che “un giorno presto l’astrologia sta per diventare un fatto nel mercato, perché così tante

persone credono in essa e che, inevitabilmente, influenzerebbe i flussi di denaro.”

Questo è certamente vero – per quanto va.  Ma è solo l’astrologia che potrebbe introdurre inefficienze sfruttabili nel mercato,

semplicemente a forza di rendere prevedibile il  comportamento decisionale di alcune persone; non dice nulla a favore del

valore predittivo intrinseco dell’astrologia.

Per i nostri predecessori di epoche pre-computer potrebbe sembrare giustificabile utilizzare l’astrologia, come input nei loro

modelli previsionali basati sui prezzi.

In realtà, ingressi astrologici possono essere stati veramente utili per la previsione, in quanto hanno giocato lo stesso ruolo

che i generatori di numeri casuali giocano nei modelli previsionali di oggi.

Interessante da questo punto di vista storico, la classificazione dell’astrologia con l’analisi tecnica oggi giorno.

L’astrologia finanziaria dovrebbe essere chiamata ciò che è, un ramo distinto di un esoterico processo decisionale finanziario

fatta con strumenti e un seguito di culto, che è tutto il  suo.