La programmazione di un Expert Advisor avviene in 3 maniere, a livello operativo.

  1. Il primo modo è utilizzare un “tool” che si chiama EA WIZARD che ci permette in maniera intuitiva, di creare i codici che dopo serviranno alla Metatrader 4, per far funzionare l’Expert Advisor.

Quindi con un flusso operativo semplificato – non è necessario conoscere, in questo momento, il codice madre e la programmazione  del codice madre dell’Expert; riusciremo comunque a sviluppare  EA abbastanza.

  1. Il secondo modo è la programmazione  MQL – che è il linguaggio madre con il quale andiamo a scrivere gli Expert e con il quale Metatrader 4 riesce a far funzionare dopo l’EA (il quarto modulo del corso di formazione è dedicato al linguaggio MQL).
  1. Il terzo modo è generare EA utilizzando  STRATEGY QUANT (strumento di generazione evolutiva), in questo caso usiamo un programma dove, dopo una pre-impostazione, il programma genera strategie in automatico, mettendo insieme e combinando le pre – impostazioni che abbiamo dato al programma in apertura, mettendole insieme riesce a generare strategie (per lo più non saranno tradabili o profittevoli, riesce a produrre milioni di strategie, tra cui alcune che saranno profittevoli e che dovremmo andare ad analizzare e selezionare).

Approfondiremo tutti e tre i programmi: EA WIZARD, MQL e STRATEGY QUANT.

EA WIZARD

pastedGraphic.png

ATTENZIONE: QUESTA STATEGIA RAPPRESENTA LE FONDAMENTA, HA UN PRINCIPIO DI STRATEGIA CHE TI SARA’ UTILE PER TUTTE LE ALTRE STRATEGIE CHE ANDRAI A CREARE IN SEGUITO.

EA WIZARD cosa e’ ?

pastedGraphic_1.png

Dobbiamo sapere come si comporterebbe un trader discrezionale e ripetere la stessa cosa con EA WIZARD.

LA GICA DI PROGRAMMAZIONE è SEMPLICE ED ESSENZIALE E SI BASA SU 2 CONDIZIONI LOGICHE, CHE SONO:

pastedGraphic_2.png

CHE TRADOTTA IN ITALIANO E’:

pastedGraphic_3.png

QUESTO è UN ESEMPIO che prende spunto dopo un’analisi di mercato ovviamente.

Le condizioni dettate nell’esempio (CCI DOPO LE ORE 8.00 >100 E NON CI SONO OPERAZIONI APERTE..) le dobbiamo tirare fuori noi dall’analisi e le dobbiamo tradurre in codice: SE SUCCEDE QUALCOSA ALLORA FACCIO QUALCOSA.

DOBBIAMO TRADURRE IN CODICE L’AZIONE CHE FAREBBE UN TRADER DISCREZIONALE IN QUEL MOMENTO.

Spiegazione dell’esempio precedente:

pastedGraphic_4.png

Vediamo la candela delle ore 8.00 (riga verticale viola, in un time frame orario) nel grafico, e vediamo l’indicatore CCI (caricato sotto al grafico).

E’ il grafico di EUR/USD (time frame H1): il CCI ha un valore mediano di 0, un valore massimo di 100 e minimo di -100.

Il CCI crea attraverso la formula matematica scritta prima, una linea che un valore mediano di 0 e un valore di riferimento di +100 e -100.

La strategia cosa mi dice ?

La strategia mi dice che se l’indicatore è maggiore di +100 alle ore 8.00, e non vi sono altre operazioni aperte, allora entra a mercato con una posizione con 50 pips di stop e 50 pips di take profit (questa è la condizione che abbiamo creato nell’esempio precedente).

Effettivamente alle ore 8.00, nell’esempio, l’indicatore CCI è sopra a +100 , abbiamo la regola di entrata soddisfatta (cioè si è verificata la condizione che ci aspettavamo per entrare long).

A livello strategico, poiché  il programma non riesce a seguire il prezzo e non riesce a decidere, a livello discrezionale, quando chiudere la posizione, dobbiamo dare al programma e impostargli dei parametri di chiusura (50 pips di profit e se non andasse come ho previsto, abbiamo impostato lo stop-loss a 50 pips).

Dato che abbiamo impostato le regole di trading e le regole di ingresso e uscita (TP e SL), allora possiamo andare a mercato.

Questo era un esempio, per capire come funziona il programma, e inoltre abbiamo introdotto anche l’elaborazione strategica che parte da un’analisi discrezionale (movimento del prezzo + indicatore).

Entriamo ora nel vivo,  dove andremo a sviluppare una nostra strategia.

Apriamo un grafico su un cross tipo EUR/USD e per sviluppare la nostra strategia, utilizziamo 2 medie (ad esempio):

  • media mobile esponenziale a 10-periodi  (prende i dati delle ultime 10 candele, le somma e le divide per 10 e ci fornisce il valore risultante); la linea crea delle resistenze e dei supporti rispetto al prezzo (ci potrebbe dare delle indicazioni di ingresso, quando il prezzo incrocia verso l’alto la media = long, quando il prezzo incrocia verso il basso la media = short)
  • aggiungiamo un’altra media mobile esponenziale a 20-periodi:  questa è molto più lunga della media precedente e quindi si distanzia molto di più dal prezzo.
  • Nel momento in cui le 2 medie si incrociano, si crea un segnale di entrata più forte rispetto all’utilizzo della sola media a 10-periodi che incrocia  il prezzo (il fatto che le 2 medie si incrociano è rafforzativo del segnale, quindi il segnale di ingresso è più affidabile con l’incrocio delle 2 medie mobili).

Una volta decise le condizioni che vogliamo di trading  (era l’incrocio delle medie in questo esempio), quindi una volta individuata una strategia (di tipo discrezionale), la dobbiamo trasformare in codice.

  • Cominciamo con il scrivere le nostre regole di trading su un pezzo di carta (rispettando sempre la logica di programmazione prevista dal programma in uso).
  • E allora scrivo le condizioni per elaborare la strategia, rispettando IF / THEN:

pastedGraphic_5.png

CHE IN INGLESE (LINGUA DEL PROGRAMMA) E’:

pastedGraphic_6.png

VEDIAMO UN ESEMPIO ANCORA PER COMPRENDERE LA STRATEGIA DI ENTRATA:

pastedGraphic_7.png

Nel grafico sopra, la media mobile corta (gialla a 10-periodi) incrocia la media mobile lunga (rossa a 20-periodi), è proprio li che si genera il nostro segnale di entrata  (IN EFFETTI DOPO IL PREZZO SCENDE).

QUINDI SI GENERA IL SEGNALE DI ENTRATA SHORT CON L’INCROCIO DELLE MEDIE.

MA QUANTO DOVRA’ STARE APERTA LA POSIZIONE ?

Andrà avanti finchè non arriva un ulteriore segnale di trading, in questo caso l’altro segnale di trading è l’incrocio delle medie che si verifica dopo, cioè quando la media gialla (corta a 10-periodi) supera verso l’alto quella rossa (lunga a 20-periodi), GENERANDO COSI’ UN SEGNALE LONG, OPPOSTO AL PRECEDENTE.

N.B  A OGNI INCROCIO DELLE MEDIE SI GENERA UN SEGNALE DI TRADING, QUINDI DEVO DIRE AL PROGRAMMA DI CHIUDERE LA POSIZIONE PRECEDENTE SHORT, PRIMA DI ENTRARE E APRIRE L’ALTRA POSIZIONE LONG (QUESTA SITUAZIONE DI CAMBIO DI MOVIMENTO, SI CHIAMA TECNICAMENTE STOP-REVERSE, quindi cambia e gira la direzione dell’ordine).

Cosa dobbiamo andare a scrivere a questo punto (sempre nella logica di programmazione essenziale)

pastedGraphic_8.png

Queste sono le nostre regole di strategia, così le scriviamo (per il momento non curiamo al money management, lo vedremo in un secondo momento).

Una volta identificate e scritte le nostre regole oggettive (su pezzo di carta in italiano o inglese, non importa) le andiamo a inserire nel programma “EA WIZARD”.

pastedGraphic_9.png

Questa è la procedura per scrivere una nuova strategia:

Questo è il pannello di controllo di EA WIZARD:

pastedGraphic_10.png

Il pannello di controllo sulla sinistra ha 4 voci:

– Home

– Strategy

– Trading rules

– Source code

CLICCHIAMO SU “STRATEGY”, E MI APRE LA PAGINA DOVE ANDIAMO A INSERIRE IL NOME IDENTIFICATIVO DELLA NOSTRA STRATEGIA.

pastedGraphic_11.png

VOLENDO POSSIAMO AGGIUNGERE UNA DESCRIZIONE SOMMARIA (O NOTE) PER LA STRATEGIA CHE STIAMO CREANDO.

IN QUESTA PAGINA, ABBIAMO L’AREA DEL PROGRAMMA DOVE  POSSIAMO IMPOSTARE IL MONEY MANAGEMENT, CIOE’ LO STOP-LOSS E IL TAKE PROFIT (in questo esempio NO MONEY MANAGEMENT, non diamo regole di Money management alla strategia, per ora).

Sotto nella pagina, possiamo andare a creare delle variabili che ci serviranno per modificare gli Expert Advisor, e ci serviranno successivamente per fare le ottimizzazioni.

pastedGraphic_12.png

Andiamo ora nella schermata “TRADING RULES” (ICONA SULLA SINISTRA DEL PANNELLO DI CONTROLLO)

Compare la schermata principale, il cuore del programma, dove andiamo a scrivere le nostre condizioni per la strategia che stiamo sviluppando.

Abbiamo visto che la logica di programmazione di EA WIZARD, è quella che dobbiamo soddisfare le 2 condizioni viste prime:  IF (se) e THEN (allora).

Nella pagina che ci compare, abbiamo 2 caselle rettangolari, denominate proprio IF e THEN.

  • NELLA FINESTRA “IF” vado a compilare le condizioni del “se”.
  • NELLA FINESTRA “THEN” vado a compilare le condizioni del “allora”.

pastedGraphic_13.png

pastedGraphic_14.png

Andiamo ad attivare le regole per l’entrata long.

Dove c’è scritto “RULE 1”, posso personalizzare la scritta e scrivere “LONG”: questa sarà la finestra della scheda delle regole LONG (dopo faremo anche una scheda per le regole SHORT – è possibile fare delle regole concatenate, creare la programmazione in più parti, aggiungere e togliere le regole a proprio piacimento..).

  • SELEZIONARE SULLA DESTRA  “ADD NEW” E ANDIAMO A SCRIVERE LA NOSTRA PRIMA REGOLA.

Consideriamo la strategia vista precedentemente (incrocio delle 2 medie mobili, EMA a 10 sulla EMA a 20-periodi), per entrare a mercato.

pastedGraphic_15.png

Scegliendo “ADD NEW” compare una schermata a 2 colonne : nella colonna di sinistra, cliccando su INDICATORS, abbiamo una lista di indicatori (molto corposa): dal menù FILTER (STRUMENTO DI RICERCA) per cercare la nostra media mobile EMA (che ci serve per la strategia).

pastedGraphic_16.png

Abbiamo dei settaggi (impostazioni) da fare (SOTTO NELLA COLONNA).

pastedGraphic_17.png

Abbiamo SYMBOL : cioè il cross dove vogliamo che la strategia lavori, oppure possiamo scegliere la voce “CURRENT” , in questo caso va a prendere i cross che andremo a impostare successivamente nella metatrader 4, quando andremo a mettere in funzione il nostro Expert Advisor.

Stessa cosa si può fare con la voce “TIME FRAME”.

  • dobbiamo selezionare il periodo della media mobile (IN QUESTO CASO A 10-PERIODI).
  • DOBBIAMO ANCHE DECIDERE CHE TIPO DI DATO DEVE UTILIZZARE LA MEDIA MOBILE PER I SUOI CONTEGGI (teniamo per ora l’impostazione “APPLY TO” su “close”, così la media mobile terrà conto del valore di chiusura delle candele, per effettuare i suoi calcoli).
  • La voce “SHIFT” è un concetto importante, per quanto riguarda l’elaborazione delle strategie, che andremo a sviluppare, ma detto brevemente : l’EA ad ogni apertura (o ogni tick, dipende da come lo impostiamo) va ad analizzare la situazione, e quindi va a vedere se le medie mobili si incrociano; questo lo fa nella candela precedente.
  • L’ EA analizza la candela precedente ( IMPOSTANDO SHIFT =1) , QUINDI SU UN GRAFICO GIORNALIERO, ANDRA’ AD ANALIZZARE IL GIORNO PRECEDENTE
  • Dobbiamo ora dire all’EA che la media mobile  esponenziale veloce, deve passare sopra a quella più lenta (20-periodi).  Per fare questo, selezionare dal paragrafo centrale “OPERATORS” in mezzo alle 2 colonne principali, la voce “crosses above” tra le voci disponibili.

pastedGraphic_18.png

  • Nella seconda colonna di destra andiamo a selezionare un’altra media mobile EMA, e impostiamo i periodi da utilizzare, sul valore di 20.
  • Impostiamo sempre la voce “SHIFT” = 1  anche per questa media.

pastedGraphic_19.png

  • Diamo l’Ok (in basso a destra): abbiamo così scritto la prima regola oggettiva della nostra strategia.
  • Notiamo UN RIASSUNTO nella schermata:  EMA (10) CROSSES ABOVE EMA (20) [SHIFT =1].

Andiamo ora a scrivere le condizioni della seconda condizione “THEN” (ALLORA).

pastedGraphic_20.png

  • ADD NEW” sulla destra della schermata principale.
  • Andiamo nel pannello del parametro “ORDER MANAGEMENT” e digitiamo la voce CLOSE POSITION nel menù FILTER, per dire al programma di chiudere la posizione aperta CORRENTE , quando si verifica la condizione “STOP-REVERSE”, al verificarsi del prossimo incrocio delle medie.
  • “MAGIC NUMBER”: è un codice identificativo dell’ordine su questa strategia, nel momento in cui metterò questa strategia nella piattaforma METATRADER 4, se il valore identificativo è 1000 per esempio, vuol dire che quel 1000 lo mettiamo per le posizioni che noi consideriamo short per questo EA, nelle posizioni long darò altro numero (scegliamo noi).

PERCHE’ SI USA QUESTO CODICE IDENTIFICATIVO ?

Perché nella piattaforma Metatrader 4 abbiamo la possibilità di caricare più Expert Advisor in funzione contemporaneamente, e la piattaforma deve capire l’ordine che sta facendo di che Expert è, deve mettere ordine tra gli Expert Advisor – quindi ogni volta che creiamo un EA nuovo, gli mettiamo un codice identificativo, in modo che se ne carichiamo più di uno alla volta, la Metatrader 4 è in grado di metterli in ordine ed inoltre, così facendo evitiamo che entrambi gli EA non vanno in conflitto tra loro.

Se li mettessimo uguale, potrebbe fare confusione la piattaforma (importante il MAGIC NUMBER).

pastedGraphic_21.png

Adesso dobbiamo aprire le posizioni long, per cui aggiungiamo una nuova regola “ENTER AT MARKET”.

SI APRE UNA SCHEDA DI IMPOSTAZIONE, VEDIAMO SOLO ALCUNI PARAMETRI PER ORA:

pastedGraphic_22.png

diamo un numero identificativo diverso da quello delle posizioni short ( ad esempio 2000, visto che le short sono identificate dal n. 1000).

QUANDO TUTTE LE CONDIZIONI DI ENTRATA A MERCATO DELLA MIA STRATEGIA SONO STATE VERIFICATE E IMPOSTATE NELLA TABELLA SOPRA (verificare symbol, magic number, quantity, profit, stop-loss etc..), diamo l’OK in basso alla schermata e vediamo le nostre condizioni scritte nella schermata seguente.

pastedGraphic_23.png

ABBIAMO DEFINITO SOLO LE REGOLE PER ANDARE LONG (QUINDI  MEZZA STRATEGIA) CHE SI ATTIVERANNO QUANDO LA EMA-10 PERIODI PASSA SOPRA LA EMA-20 PERIODI, QUANDO SI VERIFICHERA’ QUESTO, SI CHIUDERA’ LA POSIZIONE SHORT (IDENTIFICATA DAL NUMERO ID 1000) E SI APRIRA’ LA POSIZIONE LONG A MERCATO (IDENTIFICATA DAL NUMERO 2000) – L’EXPERT ADVISOR ESEGUIRA’ LA SEQUENZA ESATTAMENTE COME LA HO SCRITTA.

ANDIAMO A DEFINIRE LE REGOLE PER LO SHORT ORA.

CI SONO 2 MODALITA’.

  • SCRIVERE LA REGOLA DA ZERO ( COME ABBIAMO GIA’ VISTO FIN’ORA, QUINDI RIPETERE TUTTO IL PROCESSO)
  • COPIARE E INCOLLARE LE REGOLE GIA’ SCRITTE (tasto “CLONE THIS RULE” sulla destra della schermata principale – il programma crea una copia delle impostazioni che ho dato precedentemente).
  • A questo punto sono molto facilitato, perché devo solo invertire le regole che avevo già scritto per il LONG (stiamo programmando lo short della strategia).
  • Dobbiamo rinominare il TAB nuovo che si crea in “GO SHORT”.

pastedGraphic_24.png

  • Facendo doppio click sulla prima regola, mi si apre la schermata per andare a invertire le regole (per scrivere la parte short della strategia): per invertire la strategia per andare short a mercato, basterà cambiare la voce OPERATORS in “CROSSES BELOW” (PER DIRE AL PROGRAMMA DI ENTRARE SHORT QUANDO LA MEDIA 10-INCROCIA SOTTO LA MEDIA 20-PERIODI).

pastedGraphic_25.png

TUTTE LE ALTRE IMPOSTAZIONI CHE ABBIAMO DATO, IN QUESTO CASO RIMANGONO UGUALI, NON LE CAMBIAMO, ABBIAMO SOLO INVERTITO LA LETTURA DEL GRAFICO PER L’EA.

  • DIAMO SEMPRE L’OK FINALE PER CONFERMARE LA MODIFICA.

OVVIAMENTE FACCIAMO LA STESSA COSA PER LE ALTRE REGOLE.

NELLA SEZIONE “THEN” DELLA SCHERMATA PRINCIPALE, MODIFICARE:

pastedGraphic_26.png

N.B  FAI MOLTA ATTENZIONE AI NUMERI IDENTIFICATIVI DELLE POSIZIONI LONG E SHORT PER NON CREARE ERRORI IN FASE DI PROGRAMMAZIONE.

Utilizzando il tasto in alto “ TEST VALIDITY” per fare un controllo della validita’ della strategia, e

verifica che non ci sono impostazioni di conflitto o errore, quindi che sia scritta bene (se ci sono

errori me lo segnala).

Se tutto va bene e la strategia si conferma valida , è arrivato il momento di salvare la nostra

strategia (quindi le regole che abbiamo impostato in fase di programmazione della strategia) e

utilizziamo la funzione “SOURCE CODE” sulla sinistra della pagina principale, in modo che la

piattaforma MT4 la possa leggere.

pastedGraphic_27.png

Abbiamo diverse modalità di scrittura , selezioniamo EXPERT ADVISOR FOR METATRADER 4, che genererà un file .MQ4 (questo è quello che ci serve).

  • selezionando la voce “PSEUDO CODE” nel menù a tendina, visualizziamo un riassunto delle regole che abbiamo precedentemente impostato (titolo strategia, l’incrocio delle medie mobili, le variabili di default, le condizioni long…perfettamente come le abbiamo scritte, ma riassunte).
  • Questo è un sistema di lettura che è utile imparare,  per quando andremo a utilizzare il software STRATEGY QUANT, il generatore di strategie automatiche.
  • A noi interessa in questo momento generare il codice sorgente  .MQ4
  • Clicchiamo su “SAVE TO FILE” per salvare il file CODICE .MQ4 nella cartella che desideriamo.
  • QUESTO è IL FILE CHE DOBBIAMO IMPORTARE NELLA PIATTAFORMA DI LAVORO.

pastedGraphic_28.png

NOTE GENERALI DA TENERE IN CONSIDERAZIONE:

  • QUANDO SCARICHI IL PROGRAMMA “EA WIZARD”, INSTALLALO SEMPRE NELLA MEMORIA “C” DEL PC (PER EVITARE CHE VADA IN CONFLITTO CON ALTRI PROGRAMMI).
  • PER OGNI EXPERT ADVISOR CHE CREI, CONSIGLIAMO DI INSTALLARE UNA NUOVA PIATTAFORMA MT4 DEMO, E TESTARE OGNI EA CON UNA PIATTAFORMA DEMO SEPARATA (PER EVITARE CONFLITTI INTERNI).
  • LA SEMPLICITA’ PAGA SEMPRE NELLE REGOLE (cose troppo complicate è meglio evitarle tra le regole).
  • MAGIC NUMBER : è un codice che diamo a ogni ordine per poterlo riconoscere in seguito, perché potremmo avere più EA che lavorano in una stessa piattaforma, oppure avere la stessa strategia automatizzata (EA) su 2 diversi time frame operativi o 2 mercati diversi contemporaneamente: per cui sullo stesso EA dovrai andare a modificare il MAGIC NUMBER, proprio per evitare che un comando di chiusura ordine, ad esempio,  non mi vada a chiudere entrambi gli ordini che sono in cross o time frame diversi o in mercati diversi, che non andrebbero chiuse in quel momento, per aver sbagliato il MAGIC NUMBER (è un aspetto importante).

CONCETTI BASE DA FARE NOSTRI PER ANDARE A PROGRAMMARE UN EA:

  • IL TICK è la singola variazione di prezzo – CI POTREBBERO ESSERE IN MOMENTI DI ALTA VOLATILITA’, ANCHE 2-3 VARIAZIONI AL SECONDO CHE IL BROKER MI TRASMETTE – durante la programmazione possiamo andare a leggere i valori di TICK, oppure possiamo andare a leggere i valori di chiusura, apertura, minimo e massimo  della candela.
  • Le medie mobili sono indicatori particolari che si trovano nelle piattaforme.

 

  • CONCETTO DI “SHIFT” : la candela che è in fase di formazione (quindi ancora non è chiusa) hanno sempre il valore SHIFT = 0.
  • LE CANDELE PRECEDENTI, andando a ritroso nel tempo (esempio nel grafico H1) che si sono chiuse quindi, hanno sempre  valore SHIFT =1 (la candela precedente) , SHIFT =2 (quella ancora prima), SHIFT =3 (quella ancora prima) e così via….
  • COSA SUCCEDE QUANDO SI CHIUDE ANCHE LA CANDELA ATTUALE (CIOE’ QUELLA IN CORSO, CHE HA VALORE DI SHIFT = 0) ?

NEL MOMENTO IN CUI INIZIA LA NUOVA CANDELA, QUELLA CHE SI E’ APPENA CHIUSA, PASSERA’ DA UN VALORE DI SHIFT = 0 A UN VALORE DI SHIFT = 1, mentre quella appena aperta prenderà il valore di SHIFT = 0.

  • LA CANDELA SHIFT = 0 HA SOLO IL VALORE DI APERTURA CONFERMATO.
  • Questo sistema diventa fondamentale per andare a riconoscere le candele che si andranno a formare nel grafico.
  • Nella piattaforma MT4 abbiamo l’icona “FINESTRA DATI” : quando passiamo con il cursore sulle candele del grafico, vengono mostrati i valori delle candele nella finestra.
  • Questa “finestra dati” diventa utilissima per l’analisi dei segnali di trading,  che andremo a definire nei nostri EA, attraverso la codifica nell’EA.
  • Nella finestra della MT4 “Navigator”, posso andare a selezionare gli indicatori e i Consiglieri Esperti (EA), o altri programmi tipici della MT4.
  • Per importare un’ indicatore nel grafico, basta selezionarlo e trascinarlo nel grafico.
  • L’icona “TERMINALE” mi permette di visualizzare varie informazioni sia riguardo gli EA, il diario e altre cose che vedremo (anche per controllare anche le operazioni aperte).
  • L’icona della MT4 con la lente di ingrandimento è il TESTER DI STRATEGIE (UTILE PER ILTRADING AUTOMATICO), per andare a fare il back-test delle nostre strategie e anche le ottimizzazioni.
  • L’icona “AUTOTRADING” della MT4, permette di attivare o disattivare la funzionalità di trading automatico (utile per attivare/disattivare tutti gli EA in funziona sulla piattaforma): quando l’icona è di colore ROSSO, tutti gli EA presenti in piattaforma verranno disattivati.
  • Quando disabilito un EA non avverrà anche la chiusura degli ordini che sono  a mercato, e che sono stati aperti da quel EA rimangono comunque a mercato, e non vengono chiusi – nessuno li potrà chiudere in maniera manuale , se ad esempio, non ho inserito un take profit – solitamente lavorando con gli EA quando si chiude un’operazione in una direzione, contestualmente se ne apre una nella direzione opposta (molti EA vengono programmati così): questi tipi di EA non hanno un take-profit impostato, quindi aspettano un certo tipo di segnale (condizione) , prima di chiudere un’operazione.
  • Nel caso interrompo il trading automatico con un EA di questi in funzione nella piattaforma, potrei averlo in funzione fino a quando  mi prende lo stop-loss ; molto spesso non è opportuno aspettare fino a quel punto, soprattutto se l’EA sta accumulando dei profitti.
  • Quindi ricordarsi di andare a controllare le posizioni aperte nel momento in cui disattivo la funzione AUTOTRADING (gestitele manualmente, perché non verranno più gestite in automatico): questo per tutti gli EA che lavorano nella stessa piattaforma.
  • Volendo posso disabilitare un singolo EA, andando ad agire sui comandi dell’EA in questione.
  • Quando andremo a programmare gli EA con MQL , diventa utile l’icona METAEDITOR: permette di andare a scrivere le varie istruzioni manualmente (i codici di programma, come abbiamo fatto prima con EA WIZARD): vedremo più avanti, che si possono raggruppare in funzioni che diventano utili per poi essere richiamati velocemente e incollati, per non ripetere ogni volta la riscrittura di certi codici (si va solo a gestire l’elaborazione dei segnali di trading, in una certa maniera): alcuni gruppi di istruzioni diventerà facile gestirle proprio perché saranno ripetitive, potremmo salvarle senza andare a riscriverle.
  • Nella MT4, dal menù FILE – APRI SCHEDA DATI : si apre la cartella dove sono presenti i file principali della MT4.
  • Il fatto che alcune piattaforme di trading non si riescono ad installarle in “C” (hard-disk del pc), diventerebbe complicato andare ad individuare il percorso corretto dove andare ad installare gli indicatori o gli EA, grazie  a questo menù riusciamo ad andare in maniera veloce nella cartella dove andare ad installare gli indicatori e anche gli EA (cartella MQL4)
  • Cartella Expert (dove andrò ad inserire tutti i file relativi agli EA)
  • Cartella Indicators (dove andrò ad installare tutti gli indicatori)
  • Se metto un indicatore nella cartella Expert, non riuscirò poi a visualizzarlo nella MT4 (e viceversa).
  • Menù STRUMENTI – OPZIONI : da qui posso gestire lo storico dati (centro storia), le opzioni generali della MT4 e altre impostazioni che mi permettono di utilizzare in un certo modo il trading automatico (notifiche che diventano utili ed email).
  • Dal menù GRAFICI – PROPRIETA’ posso gestire le proprietà del grafico (da un punto di vista grafico, come i colori delle candele, eventuali griglie da inserire nel grafico etc..).
  • Si può salvare la strategia con “SAVE AS” nell’EA WIZARD (in alto nella schermata “TRADING RULES”): Il tipo di file con il quale viene salvata la strategia (EA) è di estensione .strategy files, scegli un nome, e viene salvata nella cartella “STRATEGIE” all’interno del programma EA WIZARD (in C).
  • La strategia può dopo essere esportata o importata: per importarla nel programma EA WIZARD, devo scegliere “LOAD” in alto nella schermata di EA WIZARD, e si apre la stessa cartella dove ho salvato la strategia, potendola cosi scegliere e caricare (il programma mostrerà l’insieme delle regole che abbiamo scritto).